GAME BASED LEARNING: PERCHÈ DOVREMMO USARLO DI PIÙ

Cos’è?

Il game based learning è una modalità di apprendimento digitale sviluppata con una dinamica di gioco. Cioè si inseriscono i concetti da imparare in un contesto ludico che possa essere utilizzato da soli o in gruppo, che prevede che vengano ultimati dei task per cui sono previste delle ricompense.

Tramite le ricompense si ottengono dei feedback sul livello di apprendimento e sulle azioni da intraprendere per colmare le eventuali lacune.

Ma perché ne parliamo?

Lo facciamo perché in questo periodo si parla moltissimo di modalità alternative di apprendimento per limitare i contagi da Corona Virus nelle scuole. Infatti dall’inizio della scuola i contagi hanno ripreso a salire e il Ministero dell’Istruzione (MIUR) si sta muovendo per cercare di garantire la didattica in presenza, scaglionando gli ingressi.

Il game based learning però non è utile solo per la didattica scolastica, pensiamo ad esempio ai corsi di formazione e di aggiornamento per i dipendenti dell’azienda e alla possibilità di avere una fotografia chiara del livello di apprendimento, della quantità d’intervento necessaria e dei soggetti più meritevoli. Questo costituirebbe un importante risparmio per l’azienda.

Quando la modalità gaming viene utilizzata per l’apprendimento si parla di “serious game” e può essere utilizzata in due modi. La prima parlando e spiegando dei concetti. Esistono giochi che possono aiutare nello studio della storia, della matematica come ad esempio The Medici Game, punta e clicca che richiede di risolvere un mistero all’interno di Palazzo Pitti a Firenze. Oppure possono essere utilizzati per lavorare sull’empatia dei soggetti come ad esempio sensibilizzare sul tema del bullismo.

Se stai pensando d’introdurre la modalità di apprendimento gaming per l’apprendimento all’interno della tua classe o della tua azienda contattaci per scoprire quali sono gli adeguamenti tecnologici di cui necessiti.

Menu