COVID-19 E SCENARI PROFESSIONALI

La pandemia attualmente in corso ha obbligato le aziende ad adottare delle misure drastiche. In molte non hanno potuto evitare di mettere la maggior parte dei propri dipendenti in cassa integrazione mentre altre son riuscite ad applicare lo smart working, spostando il lavoro dall’ufficio alla propria abitazione.

Ovviamente lo smart working non è una novità ma è solo una possibilità che nel nostro paese per molto tempo, non è stata ritenuta attuabile.

Vediamo infatti che l’Italia si ritrova all’ultimo posto nella classifica dei paesi europei che utilizzano questa tipologia di lavoro, mentre al primo posto troviamo la Danimarca, seguita da Svezia e Paesi Bassi. Inoltre, paesi come l’Estonia, la Bulgaria e la Romania hanno posizioni di tutto rispetto!

Ma dopo questo periodo abbiamo davvero capito cos’è lo smart working?

Fare smart working significa poter lavorare da qualsiasi luogo ma non in qualsiasi momento. Bisogna infatti tenere presente che, anche se si esce fisicamente dall’ufficio, non bisognerebbe uscire dalle logiche di un corretto equilibrio lavoro/ vita privata. Capita infatti molto spesso che chi si affaccia a questa nuova realtà lavorativa venga fagocitato dal lavoro ritrovandosi a rispondere alle mail 11:00 di sera.

Una volta affrontate quelle che possono essere le problematiche del caso i vantaggi sono davvero molti sia per gli imprenditori che per i lavoratori.

Le aziende possono finalmente ridurre i costi riducendo gli spazi dell’ufficio e risparmiando sull’affitto, le utenze e le spese per i materiali di consumo. I dipendenti invece possono risparmiare tempo e denaro che prima venivano utilizzati per gli spostamenti, lavorando in maniera più serena, con un tangibile aumento del rendimento.

Ma cosa occorre REALMENTE per poter lavorare efficacemente da casa?

Innanzitutto una buona connessione Internet. Un buon Pc con eventuali periferiche (stampante e scanner), collegamento VPN per accedere alla rete aziendale ed una applicazione professionale che consenta, oltre che a fare videoconferenze e livechat, di utilizzare il proprio cellulare come se fosse un numero di telefono fisso aziendale.

In questo modo lavorare dall’ufficio o dal proprio domicilio non comporterà nessuna differenza. Se anche tu vuoi saperne di più su questo nuovo metodo di lavoro contattaci per una consulenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu