SMART WORKING E NUOVE CONCEZIONI DI VITA

Quando un grande avvenimento sconvolge la vita delle persone si può decidere di guardarne solo gli effetti disastrosi oppure si può indagare più a fondo e comprendere quali saranno i cambiamenti che avverranno di lì a poco.

La pandemia ha modificato in maniera sostanziale le nostre abitudini, trasformando la nostra casa in uno spazio multifunzionale per far fronte alle esigenze lavorative.

Questo ha portato ha un risparmio di ore e di denaro dovute ai mancati spostamenti tra ufficio e lavoro. Inoltre ha mostrato come lavorare in ambienti con meno distrazioni ci renda più produttivi e meno stressati.

Infatti negli ultimi anni tantissime aziende hanno adottato il concetto di open space, uffici unici con moltissime scrivanie, un rumore di fondo costante e un’altissima possibilità di essere distratti durante il lavoro.

Questa concezione dell’ufficio però è inevitabilmente destinata a cambiare. Le nuove norme di sicurezza, per evitare il contagio, richiedono che i lavoratori abbiano spazi di lavoro più distanziati e separati tra loro. Spazi e modi che andranno ripensati completamente.

La soluzione migliore a breve termine sembra quindi lo smart working, anche se soprattutto in Italia le aziende si dimostrano reticenti, molti lavoratori stanno ormai cercando posizioni che prevedevano di lavorare in questa modalità.

C’è da chiedersi come questo fenomeno cambierà la selezione dei lavorati e la morfologia delle nostre città. Alcune zone del mondo che fino a poco tempo fa erano stante di grande attrazione per i lavoratori come San Francisco e Londra, fanno i conti con il fatto che le persone vogliono spostarsi verso aree più verdi e con affitti minori.

E quali saranno le implicazioni sullo sviluppo tecnologico? Quali servizi verranno maggiormente implementati e come ne beneficeranno le nostre città?

Noi abbiamo provato a rispondere ad alcune di queste domande nei nostri articoli. Scopri la nostra sezione news aggiornata ogni settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu